oggi : 23 Novembre 2017
 
 
network
home
aggiungi ai preferiti
mail
vai al forum
contatta la redazione
pagina indietro
inserisci il tuo annuncio nel mercatino annunci

Sezione: internet e legislatura inserito il: 19/03/2012
Il lavoro online, una opportunità per tutti
Il lavoro è oggi una delle prime sfide che il governo deve vincere per cercare di rimettere in moto la crescita. Fino ad ora sono state adottate solo delle misure per cercare di ridurre il debito pubblico, ma soprattutto per recuperare quella credibilità internazionale che per colpa di tutti, si perchè tutti ne sono responsabili, era andata perduta. Le misure fin qui adottate sono state essenzialmente nuove imposte, aumento dell'accise sui carburanti e la ventilata possibilità che tra qualche mese si debbe aumentare anche l'iva di un paio di punti. Queste misure, a dire il vero, sono fortemente recessive e ad accorgersene sono gli italiani che non possono più far fronte alle spese quotidiane.

Il lavoro, poi, è un vero problema. Solo negli ultimi mesi vi è stato un aumento del ricorso alla cassa integrazione molto più che significativo e di nuova occupazione, ovviamente, nemmeno a parlarne. Quindi, per cercare di sbarcare il lunario è necessario industriarsi e la cosa è possibile farla anche a fronte di costi decisamente contenuti. Lavorare online è possibile, e in molti con un sito internet, un blog o un forum hostato su un server dedicato, riescono a far quadrare i loro conti, anche se con qualche sacrificio. Le piccole aziende, poi, possono fare la pubblicità dei loro servizi e prodotti online a costi decisamente contenuti rispetto ai canali tradizionali, e considerando che oggi internet è presente in tutte le case, ne vale decisamente la pena.

Oggi, le notizie del giorno riferiscono di imminenti incontri tra governo e parti sociali per cercare di risolvere l'annoso problema delle regole che gestiscono i rapporti di lavoro, regole che andrebbero ammodernate, tuttavia il capitolo più importante di tutti è un altro e viene completamente disatteso dall'esecutivo. Stiamo parlando della riduzione dei costi, in particolare di quelli della politica, in quanto ormai gli italiani non sono più disposti a fare dei sacrifici per mantenere un carrozzone politico che non vuol far nulla per cercare di dimezzare le spese. Questa è una strada da percorrere forse prima delle altre ma, si sa, a certi personaggi, e sono diverse centinaia, non conviene.

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.