oggi : 23 Novembre 2017
 
 
network
home
aggiungi ai preferiti
mail
vai al forum
contatta la redazione
pagina indietro
inserisci il tuo annuncio nel mercatino annunci

Sezione: attualità inserito il: 07/05/2012
Fare la disdetta a Sky è ora molto più semplice
Fare la disdetta a Sky è ora molto più semplice, e oltre tutto anche più economico, in quanto non è più necessario sostenere spese aggiuntive, anche nel caso si decidesse per la disdetta prima della fine dell'annualità di contratto. Questa soluzione, possibile grazie al decreto Bersani, alla fine viene a costare all'abbonato solo una cifra aggirantesi intorno ai 10€, da versare a fronte delle spese sostenute dall'operatore. Per effettuare la disdetta, è necessario compilare un modulo scaricabile da internet, anche al link inserito in questo articolo e, dopo averlo compilato, inviarlo a Sky a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno o al limite, in alternativa, anche a mezzo fax. Per quanto riguarda poi il decoder da luglio, oltre tutto, non sarà più necessario restituirlo, così come la smart card, sempre che si tratti di un decoder normale, e potrà quindi essere trattenuto per continuare a vedere i programmi in chiaro. Naturalmente, da quella data, il decoder non sarà più oggetto di garanzia da parte di Sky. I decoder MySky e MySkyHD andranno invece restituiti presso uno dei tanti centri presenti sul territorio a fronte di una ricevuta che sarà meglio conservare assieme alla copia della avvenuta disdetta.

Questa possibilità di disdetta quasi gratuita arriva proprio a fagiolo, come suol dirsi, in un momento di crisi come l'attuale, crisi che costringerà molti italiani abbonati a fare a meno del satellitare, visto che in fondo si tratrta di una spesa del tutto accessoria, non di primaria importanza, della quale è possibile fare a meno con tutta tranquillità. Questo per dirottare le poche risorse disponibili su tutti i generi di prima necessità, sulle spese essenziali delle quali non è possibile fare a meno e sulle tasse, sempre più salate, che stanno affondando l'economia del Paese. Del resto, era evidente ai più, naturalmente tra i più non c'è nè Monti nè tampoco l'esecutivo tutto, visto che non si fa nulla per cercare di dare un po' di ossigeno alle asfittiche risorse degli italiani. Si tratta di un prelievo continuo, che non ha fine, e che sta portando gli italiani alla miseria e alla disperazione. Questo fin quando gli italiano lo vorranno, ma se perdono definitivamente la pazienza, quando la misura sarà completamente colma, allora ne vedremo delle belle.

Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.